Videoconferenza con Marieclaire Gegera: donna e infermiera. Dal dolore della guerra in Rwanda alla speranza

“Ho acquisito la consapevolezza che nella vita ognuno di noi ha ricevuto tanto ma, forse, non ha mai avuto la possibilità di ringraziare abbastanza; ho pensato di trasformare la mia gratitudine in aiuto verso gli ultimi”. Con queste parole inizia la videoconferenza attraverso la piattaforma “Webex Meet” con Marieclaire Gegera, una giovane donna, nativa del Burundi che nel 2017 decide di fondare un’APS (Associazione di promozione sociale) “La carità in movimento”, che si propone di rispondere a due bisogni fondamentali della società nel Burundi: il diritto alla salute e lo sviluppo socio-economico.