Se la quarantena ci fa riscoprire un nuovo modo di essere umani

Ora abbiamo tutto il tempo necessario per pensare. Un tempo che si dilata nei piccoli spazi che ci rimangono come spazi franchi, concessi. È in questa incertezza, in questi spazi siderali che ricordiamo di essere umani. In tutta la nostra bellezza e in tutta la nostra fragilità.