Senza tempo e nel proprio spazio: La biocronologia umana e l’infraordinario

Come Siffre, speleologo francese, ci ritroviamo confinati e ad osservare il nostro ritmo che tende a modificarsi; la differenza sta nel fatto che Siffre si isolava volontariamente e spinto intellettualmente. Per noi è comunque un'occasione di rivalutare quell'infraordinario che Perec vedeva sottovalutato, e che oggi convive in modo speculare con un extra-ordinario per noi senza precedenti.

Qualche riflessione sulle recenti scarcerazioni dei detenuti al 41 bis.

Le recenti scarcerazioni che hanno riguardato detenuti per fatti mafia sottoposti al regime del "carcere duro" hanno sollevato molte critiche. La questione è delicata e merita di essere dibattuta, però all'interno di coordinate chiare e scevre da falsità e strumentalizzazioni.